ARCHITETTURA A BERLINO PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 28 Marzo 2011 00:00

Erede delle avanguardie anteguerra, la Bauhaus fondata da Walter Gropius fu una scuola ma rappresentò anche il punto di riferimento fondamentale per tutti i movimenti d'innovazione nel campo del design e dell'architettura legati al razionalismo ed al funzionalismo, facenti parte del cosiddetto movimento moderno. Oggi Berlino conta un centro metropolitano multifunzionale, con 19 palazzi (molti dei quali grattacieli), destinati ad uffici, abitazioni e strutture di intrattenimento (un esempio tra tutti è il Cinema 3D Imax- Kino, con una sala cinematografica con schermo alto 7 piani, ed effetti tridimensionali spettacolari). Il volto complessivo della Daimler City si deve al genovese Renzo Piano e a Richard Rogers, ma ci hanno lavorato anche architetti quali il berlinese Hans Kollhoff (a cui si deve il grattacielo con l'ascensore più veloce del continente, Arata Isozaki (Volks bank), Rafael Moneo, Helmut Jahn (Sony Center), Giorgio Grassi (edifici per abitazioni), ecc: architetti da tutto il mondo, da come si percepisce dai loro nomi. Architettura allo stato puro, Luci, colori, forme, materiali, spessissimo completamente differenti tra loro, ma perfettamente integrati. Una macchina architettonica in cui ogni pezzo collabora e necessita dell'altro pezzo in uno scambio culturale e sociale.

1 2 3
4 5 8
9 10 12
Ultimo aggiornamento Martedì 10 Maggio 2011 18:04
 
Copyright © 2017 pit-service.net. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.